Job Seekers! .. To increase your chances of getting hired:
Post your CV on Bayt by clicking here

Employers! ..
  • To have more exposure on your jobs:
    Post your jobs on Bayt by clicking here
  • To find resumes:
    Check CV search on Bayt by clicking here

  • Author Topic: energieteruggave en duurzaamheid  (Read 151 times)

    Banning

    • Hero Member
    • *****
    • Posts: 1700
    energieteruggave en duurzaamheid
    « on: 17 May 2019, 11:25:01 AM »
    Asics è la scelta preferita da entrambi i corridori che corrono meno di 10 miglia a settimana (pensa di correre 5k tre volte alla settimana) e le persone che corrono da 11 a 25 miglia (che è il tipo di chilometraggio per qualcuno che vuole eseguire un 5k o un 10k).

    La Nike è la seconda scelta migliore per i corridori ricreativi, ma scivola in quarta posizione in entrambi i gruppi da 11-25 e 26-40 miglia a settimana. Tuttavia, guida il gruppo 40+.

    Ciò può essere attribuito alla Nike che ha recentemente rilasciato scarpe da corsa di grande [You are not allowed to view links. Register or Login] successo (Zoom Fly, Vaporfly 4%, Speed ??Rival, Zoom Elite ...) soprattutto quando i corridori corrono più di 40 o 50 miglia a settimana, soprattutto quando si preparano per una gara.

    Adidas è il 5 ° marchio preferito nei primi 3 gruppi di miglia, ma fa un grande ritorno nel gruppo 40+. Credo che la ragione sia simile alla ragione per cui Nike è la prima in questa categoria: quanto sono famose e popolari le loro scarpe da corsa.

    Questa è una buona notizia. Il comfort dovrebbe essere sempre la tua prima preoccupazione quando scegli un paio di scarpe da corsa. Ma anche, la tua esperienza. Se sai di sentirti bene in una determinata marca o in un certo stile di scarpe, dovresti mettere queste informazioni in alto nei tuoi criteri di acquisto.

    Siamo certamente felici di vedere le recensioni al numero 3 e corrisponde alla nostra [You are not allowed to view links. Register or Login] esperienza: le persone di solito si riferiscono alla propria esperienza e poi cercano recensioni per trovare informazioni su una nuova versione del loro modello preferito o per scarpe simili in altre marche.

    Tutti gli altri criteri vengono menzionati, ma siamo sinceramente sorpresi (e contenti) di vedere "lo stile" come l'ultimo.

    Per i corridori che corrono meno di 10 miglia a settimana, le recensioni sono più rilevanti della propria esperienza. Questo ha molto senso: quando guardiamo forse i corridori principianti, non avranno molta esperienza su cui attingere.

    Secondo l'azienda, in risposta alle richieste del corridore per ammortizzazione migliore, maggiore ritorno di energia, peso più leggero e maggiore durata nelle loro calzature, è stato deciso di incorporare la tecnologia nella loro linea corrente.

    Originariamente introdotta a giugno 2017, la schiuma Nike React ha trovato la sua base nella linea di basket del marchio. Per scoprire [You are not allowed to view links. Register or Login] la sua composizione, i chimici interni di Nike e gli ingegneri meccanici del Nike Sports Research Lab hanno collaborato per scoprire quali ingredienti avrebbero prodotto il risultato ottimale.

    Dopo oltre 400 combinazioni di chimica e lavorazione e 2000 ore di test, la struttura della schiuma è stata finalizzata e integrata.
    Complessivamente, la composizione unica di Nike React è costituita da materiale morbido per un'ammortizzazione leggera e materiali duri per fornire ritorno di energia e durata nel tempo.

    Poiché la pallacanestro è uno sport che richiede ai giocatori di cambiare costantemente direzione, aumentare la velocità e saltare senza preavviso, la tecnologia è stata in grado di soddisfare queste esigenze fornendo ammortizzazione e stabilità, secondo l'azienda.

    Nike ha portato la tecnologia alla sua linea di marcia dopo [You are not allowed to view links. Register or Login] aver determinato che i bisogni dei corridori sono paragonabili a quelli dei giocatori di pallacanestro. La schiuma è tornata al laboratorio per i test e, secondo l'azienda, ha ottenuto un ritorno di energia del 13% maggiore rispetto all'ultima generazione di schiuma Lunarlon della marca.